Il Caseificio: la nostra storia...

 L'atto costitutivo della cooperativa La Società Cooperativa Casearia di Roncoscaglia di Sestola nasce il 7 marzo 1954 nella casa di proprietà di un futuro socio. Il notaio Cortelloni Dott.Amato redige l'atto a cui partecipano 24 soci fondatori che si costituiscono subito in Assemblea Generale.

L'Atto costitutivo fissa la durata della Cooperativa in venticinque anni e fissa le quote sociali per un valore nominale di lire 10.000.

Interessante è il riferimento allo statuto della società composto da 36 articoli, che fissa lo scopo della società:

Art.3 "la prima manipolazione del latte prodotto dalle vaccine ...mediante trasformazione in burro,formaggio grana, e sottoprodotti e lo sfruttamento del siero mediante l'allevamento dei suini."

"La vendita collettiva dei derivati e la ripartizione tra i soci del ricavato netto della gestione in rapporto al latte da ciascuno conferito"

 Una foto degli anni 50 l comma 3: "E' assolutamente interdetto alla società di acquistare latte a pagamento da terzi o da soci o accettarlo in conferimento da chi non sia consociato in quanto si vuole tassativamente escludere dai fini sociali ogni scopo di speculazione commerciale ed industriale."

Si elegge il primo Consiglio di Amministrazione composto da sette membri che nomina il primo presidente nel Sig. Pollaci Rinaldo fu Michele e il Collegio Sindacale composto da cinque membri.

Il ventiquattro giugno dello stesso anno viene redatto il primo verbale del Consiglio di amministrazione in cui si decide l'acquisto dei primi macchinari per la lavorazione del latte. (caldaie, scrematrice, zangola ecc..), il primo di una lunga serie che continua anche ai giorni nostri.

 Il magazzino di stagionatura Infatti nel tempo vengono costruite le porcilaie e i magazzini delle granaglie atte alla loro alimentazione. L'allevamento dei suini infatti si sposa perfettamente con la caseificazione permettendo di utilizzare il siero residuo della lavorazione del latte come sano alimento del maiale stesso.

In questi 52 anni di attività si sono succeduti alla guida della cooperativa una decina di presidenti e altrettanti casari che con il loro impegno e dedizione hanno contribuito ad incrementare il reddito della popolazione montana locale.

Ultimamente il caseificio è stato ristrutturato interamente costruendo un nuovo magazzino, una nuova sala latte e punto vendita con tutte le attrezzature atte ad una moderna lavorazione del latte per la produzione del Parmigiano Reggiano, pur rispettando a pieno la tradizione e artigianità che ci distingue.

E' interessantissimo rilevare il ruolo di compartecipazione, democrazia, eguaglianza fra i soci che ha caratterizzato la nostra cooperativa, pur nelle difficoltà , fino ai giorni nostri.

 La separazione delle forme Questo sforzo al bene comune è stato sin dall'inizio il filo conduttore della nostra società Cooperativa e, chi lo relaziona (socio "solo" dal 1988) lo avverte, leggendo gli atti, sin dall'inizio con un senso di ammirazione e stupore misto a gioia per questo "modello del vivere concreto" che ci racconta.